Tre prestigiose sale accolgono i Clienti appena varcano il portone d'ingresso della Villa: l'androne antico, la sala della scalinata e la sala del camino.In questi locali raffinati si distende un pavimento in cotto d'epoca; le pareti sono ornate da ceramiche napoletane del settecento.

Altre opere e rarità completano questi ambienti:
un soffitto in legno dipinto nel seicento, un camino del Vignola, panche e tavolini in noce, disegnati dall'ideatore di Villa Monte d'Oro, oltre ad antichi macchinari in legno, tipici del contesto rurale in cui sorge la Villa.

Il cuore pulsante della Villa. È in questo locale irrepetibile che è stata riprodotta una dimora imperiale romana. Il peristilio è circondato da colonne in travertino e sormontato da un lucernario con lavorazioni in bronzo. In terra campeggia un sole splendente in onice mentre, tutt'intorno, si sviluppano le decorazioni dei mosaici policromi in marmo. I soffitti riecheggiano la vita che si conduceva nelle antiche case patrizie: affreschi e stucchi in rilievo raffigurano scene conviviali.

E poi, ovunque, altre perle artistiche: il contro soffitto a cassettoni, arricchito da deliziosi intarsi; le figure armoniche dei bassorilievi in pietra; due altari d'epoca; le solenni lampade in ferro battuto; le sedie e i tavoli in noce, anch'essi intagliati a mano, e le finestre con vetri colorati da cattedrale.


Una Villa d'Autore

La splendida cornice di Villa Monte d'Oro è il risultato di quaranta anni di creatività e lavoro operati da una persona di indiscusso talento, Alfio Caltabiano. Maestro d'armi e regista cinematografico degli anni d'oro del Cinema italiano, è stato un artista poliedrico, dotato di incredibile estro e capacità realizzativa.